Miscelare gli oli essenziali: “sentire” con il naso

La miscelazione degli oli essenziali è un processo creativo, in cui l’esperienza ha un aspetto importante perché è in grado di guidarvi verso preferrenze personali e combinazioni efficaci. Per diventare bravi miscelatori, occorre esperienza e, quindi, è necessario dedicare tempo alla scoperta degli odori dei diversi oli essenziali.

Esistono, tuttavia, alcuni strumenti e linee guida utili per preparare miscele equilibrate e soddisfacenti.

Non analizzare più di 3-4 oli essenziali per volta e liberate il naso tra l’uno e l’altro perché sono molto persistenti.

Scegliete una zona in cui non vi sono correnti d’aria, odori di cibo o altri odori domestici (esempio, detergenti). Procuratevi una serie di strisce di carta assorbente, acquistabili presso i fornitori di oli essenziali, una penna e un quaderno per prendere appunti.

Prima di cominciare, liberate il naso, facendo una serie di respiri lenti e profondi e, poi, una serie di inspirazioni ed espirazioni brevi e veloci.

Prendete una striscia di carta assorbente e scriveteci sopra il nome dell’olio essenziale da annusare. Versate qualche goccia di olio essenziale sulla scriscia, annusatela ripetutamente (la carta assorbente non deve toccare il naso) e scrivete le vostre impressioni con parole significative per voi. Non dimenticate di annotaree origine, fornitore e tutte le informazioni importanti, in modo che, successivamente, possiate confrontare la qualità di oli essenziali provenienti da diverse fonti.

All’inizio è un processo difficile e mancheranno le parole per esprimere le vostre impressioni, ma con la pratica tutto diventerà più semplice e naturale.