Le famiglie botaniche utilizzate nell’Aromaterapia

Tutte le piante hanno un’essenza ed un profumo, ma non tutte sono adatte per l’Aromaterapia perché non hanno abbastanza olio essenziale da estrarre. Tuttavia, ci sono alcune famiglie botaniche particolarmente ricche che sono state utilizzate sin dall’antichità.

1) Burseraceae

Famiglia di piante resinifere dalle quali si ricava un essudato resinoso (per gocciolatura da incisioni sulla corteccia) da alberi e arbusti che vivono in zone desertiche della fascia tropicale. Portano calore, contengono energia che fa muovere i fluidi, purificano le infezioni, guariscono le ferite e danno forza al sangue. Tutti gli oli provenienti da questa famiglia sono ottimi per la meditazione.
Appartengono a questa famiglia: incenso, mirra, elemi.

2) Asteraceae

La maggior parte di questi oli essenziali è ricavata da fiori con proprietà lenitive per la pelle, sedative per il sistema nervoso centrale e le emozioni, antinfiammatorie, stimolanti del sistema immunitario e purificanti.
Appartengono a questa famiglia: girasole, camomilla, elicriso, tanaceto, estragone, davana, achillea, tagete, enula.

3) Pinaceae e Cupressaceae

Questi oli essenziali sono ricavati dal legno fortemente aromatico, dalla linfa o dagli aghi freschi. Sono tutti oli forti, riscaldanti, antisettici, utili per il sistema respiratorio, potenzialmente irritanti per la pelle. Chiarificano e danno stabilità alla mente.
Appartengono a questa famiglia: pino, cipresso, abete, cedro, ginepro, pino.

4) Poaceae

Queste erbe fortemente aromatiche hanno un influsso benefico sullo spirito, sono stabilizzanti, diuretiche, stimolanti del sistema immunitario ed endocrino.
Appartengono a questa famiglia: citronella, palmarosa, vetiver.

5) Lamiaceae

Tutte le piante della famiglia sono aromatiche e colpiscono subito l’olfatto. Sono adattogene, carminative, stimolanti del sistema immunitario, equilibranti. Hanno effetto sul tono dell’umore.
Appartengono a questa famiglia: menta piperita, basilico, salvia sclarea, issopo, lavanda, melissa, maggiorana, patchouli, rosmarino, salvia, santoreggia, timo.

6) Lauraceae

Queste piante producono oli essenziali da legno, corteccia e foglie. Sono stimolanti, riscaldanti, muovono i fluidi e creano un aumento di energia.
Appartengono a questa famiglia: alloro, canfora, cannella, legno di rosa.

7) Myrtaceae

Gli oli essenziali estratti da queste piante danno forza interiore, sono antinfiammatori, antisettici, stimolanti delle vie respiratorie e del sistema immunitario. Nelle miscele sono purificanti, rinfrescanti e medicinali.
Appartengono a questa famiglia: mirto, cajeput, chiodi di garofano, eucalipto, niaouli, noce moscata, tea tree.

8) Rutaceae

Questa famiglia è utilizzata in aromaterapia per i frutti e i fiori. Nelle miscele sono purificanti e rinfrescanti, risollevanti, rinvigorenti, stimolano e incoraggiano.
Appartengono a questa famiglia gli agrumi: bergamotto, pompelmo, limone, limetta, mandarino, neroli, arancio, petitgrain, tangerine.

9) Apiaceae

Comprendono molte piante di antichissimo utilizzo medicinale, aromatico e alimentare. Sono utilizzate in aperitivi e digestivi. Sono piante con proprietà carminative, antispasmodiche, stimolanti, toniche, regolatrici degli ormoni e utili per la cura della pelle.
Le piante appartenenti a questa famiglia contengono chetoni ed eteri.
Appartengono a questa famiglia: carota, angelica, ajwan, centella asiatica, galbano, anice, carvi, coriandolo, cumino, aneto, finocchio, sedano, prezzemolo.

10) Zingiberaceae

L’olio essenziale viene estratto dalle radici di queste piante. Sono stabilizzanti, riscaldanti, stimolanti della digestione.
Appartengono a questa famiglia: zenzero, cardamomo, curcuma.